Come ridurre il consumo di energia elettrica

ridurre consumo energia elettrica

Il risparmio energetico è un desiderio di tutti, soprattutto in un periodo in cui lo spreco è da evitare con ogni mezzo, per vivere più “green”. Ma è possibile ottenerlo? La risposta è affermativa: esistono diversi metodi per risparmiare energia elettrica, e molti di questi sono davvero semplici da attuare. In ogni abitazione esistono numerosi dispositivi elettrici ed elettronici, che pesano notevolmente sulle bollette mensili.

Basti pensare a tutti i PC, le televisioni, i cellulari, e gli elettrodomestici della casa. Ma quali sono gli accorgimenti che dobbiamo mettere in atto per risparmiare?

Ci viene subito da pensare allo spegnimento delle luci quando usciamo da un locale, ma anche ai sistemi di sfruttamento dell’energia solare. Sono molte le persone che provvedono a farsi montare i pannelli fotovoltaici sul tetto dell’abitazione. Questi sistemi, oltre a farci risparmiare parecchio, ci permettono di produrre energia pulita, che non inquina e che aumenta il valore della nostra casa.

Piccoli accorgimenti quotidiani

Risparmiare energia elettrica è semplice: innanzitutto sarà bene abituarsi a spegnere i dispositivi quando non li utilizziamo, staccando le spine, perché consumano energia anche se in stand-by.

Questo tipo di consumo passivo è denominato “carico fantasma”, e può coprire oltre il 50% della bolletta. Si potrebbe, per esempio, utilizzare una presa multipla dove attaccare le spine di diversi dispositivi, e staccarla quando non vengono utilizzati. Per quanto riguarda i grandi elettrodomestici, come lavastoviglie e lavatrice, ci sono ottime soluzioni per risparmiare. La lavatrice garantisce un ottimo lavaggio anche a temperature non superiori a 40/50°. Non è necessario avviare lavaggi a 90° per avere il vestiario pulito; inoltre, è meglio utilizzarla di sera, nelle fasce d’orario a costo più basso.

Per la lavastoviglie, è possibile avviare lavaggi a freddo, i famosi “lavaggi rapidi” di 15 minuti, dopo un buon risciacquo dei piatti a mano, avendo cura di mantenere i filtri puliti. Anche il forno e il frigorifero possono aiutarci a risparmiare: non apriteli spesso e inutilmente, e non sovraccaricateli di cibo. Vi segnaliamo, inoltre, che il forno a microonde è molto più economico di quello elettrico, e cucina in tempi molto più rapidi. Il condizionatore è un altro elettrodomestico dagli alti consumi, e spesso lo lasciamo acceso anche se non è indispensabile. Ricordiamoci di utilizzarlo quando non ne possiamo farne a meno, e con le porte chiuse.

Gli acquisti giusti

Sembra scontato, ma a volte non lo è: scegliere prodotti a basso consumo ci consente di risparmiare notevolmente sul consumo di energia elettrica. Spesso ci facciamo tentare dalle offerte, e acquistiamo frigoriferi bellissimi che però consumano moltissimo, anche perché il frigorifero è un dispositivo che deve funzionare 24 ore su 24. È necessario, quindi, scegliere un modello che abbia una classe energetica alta, preferibilmente A+. Forse spenderemo qualcosa in più, ma recupereremo la cifra pagando bollette molto più basse. Anche il ferro da stiro e l’aspirapolvere devono essere scelti con classe energetica A, per ottenere grandi vantaggi a fine mese, quando arriva la fatidica bolletta.

L’illuminazione della casa, poi, rappresenta il fulcro delle preoccupazioni degli utenti: ci sono, oggi, alcuni accorgimenti per risparmiare sulla luce. Esistono in commercio lampadine ad alto risparmio energetico, come quelle a LED, che consumano il 15% di energia in meno. Forniscono la stessa illuminazione e possono essere collegate a dei timer che provvedono a spegnere le luci nel momento che avete programmato.

Ulteriori consigli

Abituatevi a leggere attentamente la bolletta, sia per scoprire quali sono gli orari di utilizzo più convenienti, sia per capire tutte quelle voci che si riferiscono ai vostri consumi. Provvedete, inoltre, a fare isolare termicamente la vostra abitazione, con quello che viene definito “cappotto termico”, uno strumento che ottimizzerà il vostro sistema energetico. Vedrete un miglioramento non solo per quanto riguarda il comfort, ma anche per il consumo mensile. Un superbonus del 110% è previsto dallo Stato per tutti coloro che apponteranno interventi di riqualificazione energetica. L’idea è quella di contribuire alla riduzione degli sprechi con un atteggiamento volto a migliorare il nostro ecosistema.