Vai al contenuto

Come e quando piantare un albero da frutto

piantare un albero da frutto

Il periodo dell’anno più adatto alla piantagione di una pianta coltivata per produrre frutti è senza dubbio l’autunno, quindi poco prima dell’avvento della più gelida stagione invernale.
Prima di procedere però è necessario fare la scelta giusta, scegliendo l’albero da frutto più adatto alle nostre personali esigenze.
Per tutti coloro che posseggono spazio sufficiente nel proprio giardino, l’attività della piantagione di questi alberi può essere senza dubbio divertente e donare molte soddisfazioni. Allo stesso tempo però si tratta di una pratica decisamente delicata. Proprio per questa motivazione è di fondamentale importanza conoscere il modo migliore di comportarsi affinché si evitino errori che possono predestinare il risultato dell’impianto.

Quale albero scegliere

Quando si ha il desiderio di piantare un albero da frutto è consigliato sapere alcune informazioni di base. Ad esempi, alcuni di questi vegetali andranno a produrre i propri frutti in maniera del tutto autonoma grazie all’autoimpollinazione. Diversamente, alcuni avranno bisogno di essere affiancati ad ulteriori vegetali analoghi. Per portare un esempio più chiaro possiamo chiamare in causa tutte quelle piante che producono limoni, pesche, albicocche ed arance. Questi infatti produrranno i propri frutti in totale autonomia. Alti alberi invece, come i produttori di ciliegie o anche mele, hanno la necessità di essere impollinati da altri esemplari appartenenti alla medesima specie.
Una volta presa una decisione sulla pianta da acquistare sarà necessario scegliere il punto di partenza. Ovvero, comprare una pianta invasata oppure procedere con la scelta di una a cosiddetta “radice nuda”.
Nel caso si sia scelta una pianta in vaso è bene sapere che questa avrà molta più difficoltà di attecchimento, al contrario della seconda. Le piantine a radice nuda infatti metteranno le radici con maggiore facilità ed anche più velocemente.

Quando piantare gli alberi da frutto

Come accennato in precedenza, il periodo dell’anno più indicato per procedere con la posa di questi alberi è quello autunnale. Ciò appena prima che arrivi il gelo tipico dell’inverno, quando questi alberi sono nel loro stato di “riposo vegetativo” e spogli. Così facendo la pianta comincerà a produrre e germogliare quando le temperature si innalzeranno con l’avvento della primavera.

Come si piantano questi alberi

Innanzitutto è buona norma scegliere adeguatamente dove posizionare il vegetale. Infatti questo va posizionato in un luogo che permetta una piena e completa insolazione. Fatto ciò bisognerà scavare una piccola fossa larga un minimo di 50 centimetri e dalla profondità pari ad almeno 60.
La terra ricavata dall’operazione di scavo va separata in due parti, poiché quella più fertile è ottenuta dalla parte più superficiale del terreno.
Una pratica utile ad evitare che l’acqua ristagni sul fondo è quella di posizionare dei ciottoli proprio sul “pavimento” della fossa ottenuta.
Con il terreno ricavato dallo strato più in profondità della buca andrà fatto un mucchietto. Quest’ultimo fungerà da basamento sul quale appoggiare l’alberello. Una volta posizionata la piantina all’altezza giusta si potrà riempire lo scavo ottenuto e terminare così l’intera operazione.

In conclusione possiamo affermare che con le dovute attenzioni è assolutamente fattibile godere del proprio albero da frutto direttamente nel giardino di casa. Questo ci porterà a beneficiare anche di un’ottima frutta di stagione durante la bella stagione.